Nuove linee guida TIROCINI LOMBARDIA

tirocinio Rientrano nei presenti indirizzi i tirocini promossi sul territorio regionale e rivolti a cittadini dell’Unione europea o a cittadini extracomunitari in condizione di regolarità, a partire dai sedici anni.

  • Non possono essere attivati tirocini extracurriculari per tipologie di attività lavorative elementari, connotate da compiti generici e ripetitivi per le quali non può essere previsto un tirocinio;
  • i tirocinanti non possono sostituire i lavoratori subordinati nei periodi di picco, malattia, maternità, ferie o infortuni, o per ricoprire ruoli necessari all’organizzazione;
  • il soggetto ospitante può realizzare con il medesimo tirocinante un solo tirocinio extracurriculare e non può realizzare un tirocinio extracurriculare con persone con cui ha avuto nei due anni precedenti rapporti di lavoro dipendente o altre forme di collaborazione (sono escluse da questa limitazione le esperienze di alternanza scuola-lavoro).

Continua la lettura di Nuove linee guida TIROCINI LOMBARDIA

Decreto dignità: cosa cambia?

Decreto dignitàIl decreto Dignità modifica la disciplina del contratto a tempo determinato allo scopo di limitare l’utilizzo di questa fattispecie contrattuale considerata sempre più ricorrente e spesso non corrispondente ad una reale necessità dei datori di lavoro. Il decreto riduce la durata massima dei contratti e il numero delle proroghe possibili, reintroduce le clausole giustificatrici, incrementa i costi e i termini per l’impugnazione.

Continua la lettura di Decreto dignità: cosa cambia?

Tracciabilità delle retribuzioni

I RAPPORTI DI LAVORO INTERESSATI DALL’OBBLIGO E LE MODALITA’ DI PAGAMENTO AMMESSE

La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro illustra le modalità operative e le criticità del nuovo obbligo, in vigore dal 1° luglio 2018, di corrispondere le retribuzioni esclusivamente con modalità tracciabili, con le modalità appositamente individuate dalla Legge di bilancio 2018.

Rapporti di lavoro inclusi
La nuova disciplina si applica a tutte le tipologie contrattuali di lavoro subordinato a tempo determinato ed indeterminato, alle collaborazioni coordinate e continuative, e ai contratti di lavoro instaurati dalle cooperative con i propri soci.
Continua la lettura di Tracciabilità delle retribuzioni

30 aprile: scade il termine per il rapporto biennale pari opportunità

pari opportunitàIl 30 aprile scade il termine per redigere il rapporto biennale (anni 2016-2017), relativo alla situazione del personale occupato (inclusi i lavoratori cassintegrati, in aspettativa e le lavoratrici in maternità), così come previsto dall’articolo 46 del D.L.vo n. 198 del 11 aprile 2006, recante il “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”.

Per facilitare la compilazione del rapporto dei dati, il Ministero del Lavoro – con nota prot. 1865 del 31 gennaio 2018 – informa che metterà a disposizione un programma informatico entro il 30 marzo 2018.

Continua la lettura di 30 aprile: scade il termine per il rapporto biennale pari opportunità

Assunzione giovani: lo sgravio triennale spiegato dall’INPS

Nuova assunzione incentiviAl fine di promuovere l’occupazione giovanile, la Legge 27 dicembre 2017 n. 205 ha disciplinato un nuovo esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per le nuove assunzioni, effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2018, di lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Detta riduzione opera per un periodo massimo di 36 mesi, a partire dalla data di assunzione del lavoratore e può essere riconosciuta – per l’eventuale periodo residuo – in capo ad altri datori di lavoro che procedano all’assunzione del medesimo soggetto.

L’Inps, con la Circolare n. 40/2018, ha fornito le indicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi a detta misura di esonero contributivo.

Continua la lettura di Assunzione giovani: lo sgravio triennale spiegato dall’INPS