Legge di Bilancio 2018 – Alternanza scuola-lavoro

alternanza scuola-lavoroDal 2018 – Esonero contributivo triennale strutturale del 100% per assunzioni stabili da Alternanza scuola-lavoro o Apprendistato 1°-3° livello
(L. 205/2017, art. 1, c.108, 113, 114)

Per le assunzioni dal 1º gennaio 2018 la precedente disciplina dell’esonero da Alternanza scuola-lavoro o Apprendistato 1° livello di cui alla L. 232/2016, art. 1, c. 308, 309, 310 è abrogata.
Ai datori di lavoro privati che assumono da 01/2018 a tempo indeterminato a tutele crescenti, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore:
• attività di alternanza scuola-lavoro;
• periodi di apprendistato di 1° e 3° livello;
• l’esonero contributivo “strutturale” (art. 1, c. 100 L. 205/2017) è elevato ad esonero totale dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi INAIL, con il limite massimo di importo pari a 3.000 euro annui e il rispetto del requisito anagrafico (meno di 35 anni per assunti nel 2018 e meno di 30 anni per assunti dal 2019).
È riconosciuto per un periodo massimo di 36 mesi.
Sono esclusi i lavoratori domestici e i rapporti di apprendistato.
Non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, limitatamente al periodo di applicazione degli stessi.

Novità INPS – Legge n. 205 del 27.12.2017

Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni giovani

Assunzione giovaniDal 2018 – Esonero contributivo triennale strutturale del 50% assunzioni stabili di giovani
(L. 205/2017, art. 1, c. 100 e seguenti)

Aziende destinatarie
Datori di lavoro privati che assumono dal 01/01/2018.
Nei 6 mesi precedenti non devono essere stati fatti licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi, ai sensi della L. 223/1991, nella stessa unità produttiva. Continua la lettura di Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni giovani

Legge di Bilancio 2018 – Contributo di licenziamento

Dal 2018 – NASPI – Contributo di licenziamentoNASPI-indennita
(L. 205/2017, art. 1, c. 137)
Dal 01/01/2018, per ogni licenziamento nell’ambito di un licenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro soggetto a CIGS, la % del contributo di licenziamento NASPI raddoppia, diventando l’82% del massimale NASPI.
Sono fatti salvi i licenziamenti collettivi avviati entro il 20/10/17.

Novità INPS – Legge n. 205 del 27.12.2017

 

Legge di Bilancio 2018 – Nuovo Calendario fiscale e altre disposizioni

Tax time Dal 2018 – Nuovo “Calendario fiscale”
(L. 205/2017, art. 1, c. 931, 933, 934)
Il calendario fiscale subisce le seguenti modifiche. È fissato:
• al 23/07 il termine di presentazione del 730 al CAF o professionista (in caso di presentazione diretta al sostituto d’imposta la scadenza rimane fissata al 07/07);
• al 31/10 il termine di presentazione del Modello 770 e del Modello CU, limitatamente ai redditi esenti o non dichiarabili mediante 730 precompilato.
I CAF e i professionisti devono trasmettere i Modelli 730 entro:
• il 29/06 di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22/06;
• il 07/07 di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30/06;
• il 23/07 di ciascun anno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23/07.
L’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), in sostituzione degli studi di settore, la cui entrata in vigore era prevista nell’esercizio 2017, è posticipata al periodo di imposta in corso al 31/12/2018.

Dal 2019- Libro unico telematico
(L. 205/2017, art. 1, c. 1154)
L’obbligo di tenuta in modalità telematica dei dati del Libro Unico del Lavoro slitta al 1° gennaio 2019.

Dal 2019 – DMAG tramite UniEMens
(L. 205/2017, art. 1, c. 1154)
L’obbligo di integrazione del DMAG nell’UniEMens slitta al 1° gennaio 2019.

Altre disposizioni – Legge n. 205 del 27.12.2017