Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni disabili

assunzione disabileDal 2018- Disabili: assunzioni obbligatorie per aziende con 15 dipendenti
(D.Lgs. 151/2015, che introduceva questa novità a partire dal 2017, poi prorogato a 01/2018 dalla Legge 19/2017)
Dal 1° gennaio 2018 le aziende con 15 dipendenti computabili devono assumere almeno una persona disabile entro i successivi 60 giorni. Le imprese che raggiungeranno la soglia successivamente dovranno procedere all’assunzione nei successivi 60 giorni.

Altre disposizioni – Legge n. 205 del 27.12.2017

Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni

assunzioniIn attesa di provvedimenti attuativi – Esonero contributivo del 100% assunzioni a tempo indeterminato nel 2018 al Sud
(L. 205/2017, art. 1, c.893, 894)
I programmi operativi nazionali e complementari possono prevedere per l’anno 2018 misure per favorire nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna l’assunzione con contratto a tempo indeterminato di soggetti che non abbiano compiuto i 35 anni di età, ovvero di soggetti di almeno 35 anni purché privi di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi. Continua la lettura di Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni

Legge di Bilancio 2018 – Alternanza scuola-lavoro

alternanza scuola-lavoroDal 2018 – Esonero contributivo triennale strutturale del 100% per assunzioni stabili da Alternanza scuola-lavoro o Apprendistato 1°-3° livello
(L. 205/2017, art. 1, c.108, 113, 114)

Per le assunzioni dal 1º gennaio 2018 la precedente disciplina dell’esonero da Alternanza scuola-lavoro o Apprendistato 1° livello di cui alla L. 232/2016, art. 1, c. 308, 309, 310 è abrogata.
Ai datori di lavoro privati che assumono da 01/2018 a tempo indeterminato a tutele crescenti, entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore:
• attività di alternanza scuola-lavoro;
• periodi di apprendistato di 1° e 3° livello;
• l’esonero contributivo “strutturale” (art. 1, c. 100 L. 205/2017) è elevato ad esonero totale dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi INAIL, con il limite massimo di importo pari a 3.000 euro annui e il rispetto del requisito anagrafico (meno di 35 anni per assunti nel 2018 e meno di 30 anni per assunti dal 2019).
È riconosciuto per un periodo massimo di 36 mesi.
Sono esclusi i lavoratori domestici e i rapporti di apprendistato.
Non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, limitatamente al periodo di applicazione degli stessi.

Novità INPS – Legge n. 205 del 27.12.2017

Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni giovani

Assunzione giovaniDal 2018 – Esonero contributivo triennale strutturale del 50% assunzioni stabili di giovani
(L. 205/2017, art. 1, c. 100 e seguenti)

Aziende destinatarie
Datori di lavoro privati che assumono dal 01/01/2018.
Nei 6 mesi precedenti non devono essere stati fatti licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi, ai sensi della L. 223/1991, nella stessa unità produttiva. Continua la lettura di Legge di Bilancio 2018 – Assunzioni giovani

Legge di Bilancio 2018 – Contributo di licenziamento

Dal 2018 – NASPI – Contributo di licenziamentoNASPI-indennita
(L. 205/2017, art. 1, c. 137)
Dal 01/01/2018, per ogni licenziamento nell’ambito di un licenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro soggetto a CIGS, la % del contributo di licenziamento NASPI raddoppia, diventando l’82% del massimale NASPI.
Sono fatti salvi i licenziamenti collettivi avviati entro il 20/10/17.

Novità INPS – Legge n. 205 del 27.12.2017