Archivi categoria: Contratti di lavoro particolari

Contratti di lavoro particolari (Lavoratori a tempo determinato, Part-time, lavoratori intermittenti, lavoratori somministrati, collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori disabili, Dirigenti, minori, apprendisti, stagisti, Stranieri, lavoratori all’estero…)

Libretto famiglia e PrestO: come funzionano?

Procedura di gestione per Libretto di Famiglia e Prest0
Procedura di gestione per Libretto di Famiglia e Prest0

Libretto Famiglia

Possono fare ricorso a prestazioni di lavoro occasionali tramite Libretto Famiglia soltanto le persone fisiche, non nell’esercizio dell’attività professionale o d’impresa per remunerare esclusivamente le prestazioni di lavoro occasionali rese in suo favore per:

– lavori domestici, inclusi i lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione;

– assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità;

– insegnamento privato supplementare.

Continua la lettura di Libretto famiglia e PrestO: come funzionano?

Reintrodotta la possibilità di acquistare prestazioni di lavoro occasionale

inpsIn seguito all’abrogazione del lavoro accessorio da parte del DL 17.3.2017 n. 25 (conv. L. 20.4.2017 n. 49)che ha previsto un periodo transitorio durante il quale i voucher già acquistati fino al 17.3.2017 potranno essere utilizzati fino al 31.12.2017viene reintrodotta la possibilità di acquistare prestazioni di lavoro occasionale.

Con la circolare n. 107 del 2017 l’INPS ha fornito le indicazioni operative per la gestione della piattaforma informatica dedicata alle prestazioni di lavoro occasionale. La piattaforma informatica è operativa dal 10 luglio 2017; la procedura di gestione delle prestazioni occasionali si conferma snella e, in buona parte, coincidente per i soggetti privati e per le imprese. L’acquisto dei buoni lavoro è più oneroso rispetto a quello dei vecchi voucher: si vuole garantire a questi lavoratori maggiori tutele previdenziali.

Continua la lettura di Reintrodotta la possibilità di acquistare prestazioni di lavoro occasionale

Collaborazioni: cosa cambia in concreto?

Smiling designer using computer and digitizerIl Jobs Act autonomi ha modificato la disciplina delle collaborazioni, oggetto di una profonda rivisitazione ad opera del D.Lgs. n. 81 del 2015, attuativo del Jobs Act, che all’art. 15 prevede che la collaborazione si intende coordinata e continuativa quando il collaboratore organizza autonomamente l’attività lavorativa nel rispetto delle modalità di coordinamento stabilite di comune accordo dalle parti. Il quadro normativo si completa, in tal modo, con l’introduzione di misure a tutela del collaboratore quale soggetto debole del contratto.

Continua la lettura di Collaborazioni: cosa cambia in concreto?

Al posto del Voucher arriva il Libretto Famiglia: che cos’è?

Le famiglie, non avendo più a disposizione dei Voucher, avranno al loro posto un libretto nominativo prepagato, contenente titoli del valore di 10 euro, da consegnare al prestatore d’opera per ogni ora di lavoro.
Il libretto nominativo, c.d. Libretto Famiglia, sarà acquistabile attraverso la piattaforma telematica dell’INPS o presso gli uffici postali, è utilizzabile per il pagamento delle prestazioni occasionali fornite alle persone fisiche non esercenti attività professionale o d’impresa. Continua la lettura di Al posto del Voucher arriva il Libretto Famiglia: che cos’è?

Smart working: una nuova modalità di lavoro subordinato

In arrivo il lavoro agile (c.d. “smart working”), un modo più elastico per gestire i rapporti di lavoro subordinato, pubblici e privati, pensato per migliorare la produttività e agevolare il lavoratore, conciliando i tempi di vita e lavoro.
In base a quanto prevede il disegno di legge sul lavoro autonomo e sul lavoro agile (c.d. Jobs Act degli autonomi) approvato in via definitiva e ora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la flessibilità accordata dal lavoro agile risiede nella possibilità, per il lavoratore, di svolgere parte delle proprie mansioni all’esterno dei locali aziendali, senza una postazione fissa ed entro i limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale, mediante l’utilizzo degli strumenti tecnologici messi a sua disposizione per lo svolgimento dell’attività lavorativa (art. 18).

Continua la lettura di Smart working: una nuova modalità di lavoro subordinato