Archivi categoria: Agevolazioni e incentivi

Bonus 200 euro

Istruzioni sull’indennità una tantum per i lavoratori dipendenti.

Potranno ricevere il contributo i lavoratori dipendenti, del pubblico e del privato, titolari di uno o più rapporti di lavoro, a patto che abbiano beneficiato per almeno un mese nel primo quadrimestre del 2022 dell’esonero contributivo dello 0,8%. Il datore riconoscerà in modo automatico il sostegno, previa acquisizione di una dichiarazione da parte del lavoratore di non essere titolare di trattamenti pensionistici, a carico di qualsiasi forma previdenziale, di trattamenti di accompagnamento alla pensione e di Reddito di Cittadinanza. Ove il lavoratore sia titolare di più rapporti, potrà chiedere il pagamento dell’indennità a un solo datore di lavoro, specificando nell’autodichiarazione di non aver fatto analoga richiesta ad altri datori.

Qui tutti i dettagli: https://bit.ly/3Qlsd2v

ISEE 2022

È possibile presentare le nuove domande DSU (ISEE) 2022 a partire dal 1° gennaio 2022; saranno attestate nei tempi previsti dalla normativa (10 giorni lavorativi) e avranno come data di scadenza il 31 dicembre 2022.

Si ricorda infatti che per le DSU (ISEE) sottoscritte i redditi da inserire devono essere riferiti all’anno 2020, mentre i dati relativi al patrimonio mobiliare e immobiliare devono essere riferiti al 31/12/2020.

Trovate qui l’elenco dei documenti da presentare per predisporre la domanda.

Lo Studio Mariani rimane a disposizione per qualsiasi esigenza.

Ecco le principali agevolazioni oltre al reddito di cittadinanza, l’assegno unico e passando per altri bonus e sussidi:

  • Bonus prima casa per i giovani under 36. I giovani che acquistano un immobile adibito ad abitazione principale, aventi un Isee inferiore a 40 mila euro, possono beneficiare di una garanzia statale all’80% sul mutuo. Ma non solo, possono usufruire di tante altre agevolazioni, che consentono di ridurre di molto i costi che in genere bisogna sostenere per l’acquisto di un immobile.
  • Bonus affitti. I giovani aventi un’età compresa tra i 20 e i 31 anni e che hanno un Isee inferiore a 15.493,71 euro possono richiedere, appunto, il bonus affitti. Grazie a quest’ultimo è possibile ottenere una riduzione del 20%, fino ad un massimo di 2 mila euro, sul canone di locazione. A tal fine, ovviamente, è necessario che sia presentato un regolare contratto di affitto.
  • Bonus bollette. Buone notizie per molte famiglie che potranno beneficiare di un importante aiuto per quanto riguarda le bollette, come ad esempio la rateizzazione dei relativi pagamenti. Dal primo gennaio 2021, lo sconto sulla bolletta di luce, gas e acqua viene erogato in maniera automatica e così si proseguirà anche per il 2022.
  • Bonus TV. Anche nel 2022 sarà possibile beneficiare di uno sconto dal valore pari a 30 euro per l’acquisto di un nuovo televisore o decoder, compatibile con il nuovo digitale terrestre. Per poter beneficiare di tale misura è necessario che il soggetto richiedente abbi un Isee dal valore pari a massimo 20 mila euro.

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE

L’Inps ha reso nota un informativa rivolta alle aziende che contiene, oltre alle modalità di richiesta dell’assegno e diverse spiegazioni, la conferma che le misure in essere (ANF, ASSEGNO TEMPORANEO, DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO) saranno prorogate fino al 28/02/2022. Quindi rimane tutto invariato fino alla data di erogazione della nuova prestazione dell’Assegno Unico per consentire agli utenti ed ai datori di lavoro di adeguarsi ai nuovi adempimenti.

Scopri il simulatore che permette agli interessati di simulare l’importo mensile dell’Assegno Unico per i figli a carico. Il servizio è accessibile da qualunque dispositivo mobile o fisso e non sono richieste credenziali per il suo utilizzo. Il risultato del simulatore è indicativo.

Ecco il link al simulatore: https://bit.ly/3FSeomV

ASSEGNO UNICO

Dal 1 Luglio 2021 solo per coloro che non percepiscono gli Assegni Familiari (disoccupati e autonomi), poi a regime per tutti da gennaio 2022.

Nel frattempo, per il periodo Luglio-Dicembre 2021 l’importo Anf sarà incrementato per colmare la differenza tra i 2 assegni.

Quindi alle famiglie che non abbiano diritto all’Assegno al nucleo familiare, verrà erogato un assegno per ciascun figlio minore che varierà a secondo del numero dei figli e dell’Isee.

Ulteriori approfondimenti qui.